Imu e Tasi fabbricati D (capannoni, alberghi, centri commerciali), ecco i coefficienti 2017

 

Imu e Tasi fabbricati D, nel decreto del Mef i coefficienti aggiornati per il calcolo del valore degli immobili non iscritti al catasto

Pubblicato sul sito del Mef il decreto 14 aprile 2017 riguardante l’aggiornamento dei coefficienti per il calcolo Imu e Tasi 2017 per i fabbricati appartenenti al gruppo catastale D.

Per fabbricati classificati nel gruppo catastale D, si intendono gli immobili non iscritti al catasto e di conseguenza privi di rendita catastale, interamente posseduti da imprese e distintamente contabilizzati, quali capannoni, centri commerciali, alberghi, ecc.

La determinazione della base imponibile ai fini dell’Imu e della Tasi, applicabile fino all’anno nel quale gli immobili sono iscritti in catasto con attribuzione di rendita, è quella prevista dall’art. 5, comma 3 del dlgs n. 504/1992.

Si considera il valore che risulta dalle scritture contabili al 1° gennaio (o alla data di acquisizione, se successiva), al lordo delle quote di ammortamento, applicando per ciascun anno di formazione i coefficienti di rivalutazione, oggetto di aggiornamento annuale.

Con il decreto c’è stato il consueto aggiornamento annuale dei coefficienti da applicare alla somma tra costo d’acquisto e costi incrementativi dei fabbricati nel gruppo D, che non risultano iscritti in catasto al 1° gennaio dell’anno di imposizione.

Fabbricati appartenenti al gruppo catastale D: immobili a destinazione speciale

Di seguito riportiamo l’elenco degli immobili appartenenti al gruppo catastale D:

  • D/1 Opifici
  • D/2 Alberghi e pensioni (con fine di lucro)
  • D/3 Teatri, cinematografi, sale per concerti e spettacoli e simili (con fine di lucro)
  • D/4 Case di cura ed ospedali (con fine di lucro)
  • D/5 Istituto di credito,cambio e assicurazione (con fine di lucro)
  • D/6 Fabbricati e locali per esercizi sportivi (con fine di lucro)
  • D/7 Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un’attività industriale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni
  • D/8 Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un’attività commerciale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni
  • D/9 Edifici galleggianti o sospesi assicurati a punti fissi del suolo, ponti privati soggetti a pedaggio
  • D/10 Fabbricati per funzioni produttive connesse alle attività agricole (fabbricati rurali)

Coefficienti fabbricati D per Imu e Tasi 2017

I coefficienti di riferimento per calcolare Imu e Tasi per il 2017 sono:

Anno Coefficiente Anno Coefficiente Anno Coefficiente Anno Coefficiente
2017 1.01 2008 1.14 1999 1.52 1990 1.91
2016 1.01 2007 1.18 1998 1.54 1989 1.99
2015 1.01 2006 1.21 1997 1.58 1988 2.08
2014 1.01 2005 1.25 1996 1.63 1987 2.25
2013 1.02 2004 1.32 1995 1.68 1986 2.43
2012 1.04 2003 1.37 1994 1.73 1985 2.60
2011 1.07 2002 1.42 1993 1.77 1984 2.77
2010 1.09 2001 1.45 1992 1.78 1983 2.94
2009 1.09 2000 1.50 1991 1.82 1982 e precedenti 3.12

I moltiplicatori da utilizzare per il calcolo del valore dei fabbricati partono da 1,01 (applicabile agli anni dal 2014 al 2017) e crescono gradualmente andando a ritroso nel tempo, fino ad arrivare a 3,12 per l’anno 1982 e precedenti.

In assenza di rendita catastale, i coefficienti vanno applicati annualmente al valore che risulta dalle scritture contabili, al lordo delle quote di ammortamento.

Attesa a breve la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale.

Scrivi commento

Commenti: 0

 

 

 

 

 

Tradizione e innovazione Valore Italiano nel mondo

 

 

 

 

 

Nuove Tecnologie e Processi Costruttivi Moderni

 

 Conoscenza Tecnica ed Esperienza